Il Bilancio

Bilancio Consuntivo 2016

Bilancio Consuntivo 2015

Bilancio Consuntivo 2014

Bilancio Consuntivo 2013

Bilancio Consuntivo 2012

Relazione finanziaria 2012

Le difficoltà che continuano a caratterizzare il contesto economico non solo italiano, si riflettono anche sulle attività della nostra Associazione, costretta a limitare gli interventi di cooperazione con le realtà africane con le quali condivide impegni e attività.
Le azioni di sensibilizzazione e promozione sui temi della cultura e della cooperazione con i Paesi africani (mostre, spettacoli, incontri nelle scuole, …) costituiscono anche quest’anno una voce rilevante nel bilancio. Le attività di cooperazione sanitaria in Africa, si sono mantenute ai livelli consueti grazie alla disponibilità di finanziamenti da parte dell’istituto di credito evidenziati alla voce “perdita di esercizio”.
Si tratta di una evenienza eccezionale dovuta alla necessità di realizzare il centro di assistenza ai bambini gravi ustionati a Porto Novo in Bénin, progetto condiviso con Lions Club International che ha messo a disposizione oltre 40.000 euro a fronte dell’analoga cifra resa disponibile da GSA, Lions Seregno Brianza e Lions Bénin.
La normalizzazione dei versamenti delle quote 5 ‰ da parte della Agenzia delle Entrate, ci permetterà, a partire dal prossimo anno, una miglior programmazione degli interventi. Si tratta di una quota significativa del bilancio delle entrate: è importante che tale quota sia mantenuta o, meglio, incrementata pur tra le tante difficoltà e l’ampio panorama di proposte da parte di enti e associazioni.

Bilancio Consuntivo 2011

Relazione finanziaria 2011

Pur in un contesto economico non facile, anche il 2011 ha permesso di portare un sensibile contributo allo sviluppo dei progetti sanitari che il GSA condivide con gli amici africani. L’impegno per la raccolta fondi è stato costante grazie alla realizzazione di eventi e iniziative apprezzate e condivise; ciò ha permesso di limitare le perdite legate alla diminuzione dei contributi da parte di alcuni amici in relazione a evidenti difficoltà.
L’importo totale delle voci in entrata risulta sensibilmente più alto rispetto a quello dello scorso anno. Come già comunicato, nel 2010 non ci è stata versata la somma relativa alla destinazione del 5 x mille per controlli incrociati tra Agenzia delle Entrate e Registro delle Associazioni; chiariti i percorsi tra i due Enti suddetti, nel 2011 ci sono state versate le quote 2008 e 2009 con un evidente incremento delle entrate rispetto all’anno precedente. Altre significative entrate sono state conseguenza di accordi con Enti e Università
per il progetto di prevenzione e cura degli avvelenamenti da morso di serpente e per il progetto di formazione di giovani medici in Bénin.
In relazione alle voci in uscita, l’incremento delle attività di promozione e raccolta fondi ha comportato un sensibile aumento delle spese da ritenersi una forma di investimento soprattutto per quanto riguarda la produzione dei due volumi “LAfrica che fa!!” e “La vie est un combat” che hanno portato ad un rafforzamento dell’immagine del GSA anche in ambito culturale.
Le prospettive economiche non sono certo delle migliori: ci danno sicurezza, oltre alla solidità degli obiettivi che perseguiamo, la fedeltà di tanti amici, l’impegno di operatori competenti e motivati, i legami sempre più fertili con le persone e le realtà africane con cui collaboriamo.

Bilancio Consuntivo 2010

Relazione finanziaria 2010

Un altro anno non facile dal punto di vista economico, il 2010. Ad una sostanziale stabilità delle voci in entrata ha fatto riscontro un aumento degli impegni sui progetti di cooperazione sanitaria in tutti i Paesi che ci vedono impegnati.
Anche le attività di sensibilizzazione sui temi della cooperazione hanno visto un notevole impegno: il corso di formazione per i giovani, “Un ponte intorno al Mondo”, ha impegnato risorse umane ed economiche con grandi soddisfazioni.
La ricerca scientifica e la collaborazione con importanti Università stanno portando dei buoni risultati, soprattutto nell’ambito della fitoterapia e della gestione dell’infezione da HIV: anche questo importante settore di attività non può essere privato del supporto economico necessario.
Restiamo in attesa dell’accreditamento della somma ottenuta con il 5 per mille (anno 2008, € 29.520,55), cifra messa in bilancio preventivo e non ancora accreditata per motivi burocratici di esclusiva pertinenza e responsabilità dell’Agenzia delle entrate che ha assicurato la normalizzazione della situazione entro poche settimane. Queste difficoltà spiegano il significativo deficit di bilancio accumulato: non abbiamo, infatti, ritenuto opportuno bloccare progetti in corso in relazione agli slittamenti nell’accreditamento delle somme attribuite.
Anche le difficoltà non ci tolgono entusiasmo e la disponibilità di nuovi collaboratori ci sostiene nell’impegno che continuiamo a condividere con gli amici africani.

Bilancio Preventivo 2010
Bilancio Consuntivo 2008

Relazione finanziaria 2008

Un 2008 ricco di iniziative si è concluso consolidando i tradizionali settori di intervento del GSA e aprendo prospettive nuove di cooperazione con le realtà africane.
L’apertura del progetto “Incontrarsi a Bamako” ha visto consolidare i rapporti con l’Azienda Ospedaliera di Desio e Vimercate attraverso l’azione costante del CRAL di Carate, capofila nell’intervento. L’A.O. di Legnano vede numerosi tecnici e medici in azione sui progetti di prevenzione, diagnosi e cura dell’infezione da HIV e della malaria. AVIS Seregno è stata in prima linea per la realizzazione del “progetto sangue” nella Zona di Tanguiéta in Bénin.
L’attività con i giovani e nelle scuole è sempre più intensa e ricca di risultati: indimenticabile la missione a Materi con 18 giovani durante il mese di agosto. Qualificata la presenza dei ragazzi delle superiori al Corso “Un ponte intorno al mondo” con la partecipazione di AVIS, Fondazione UNIDEA, Seregno Soccorso e Scuola per Stranieri.
Le ridotte disponibilità finanziarie a tutti note, ci hanno costretto ad attivare un maggior numero di opportunità nella raccolta fondi, sia da fonte pubblica che privata, e ad attuare scelte il più contenute possibili nella realizzazione degli eventi.
Ciò non ha impedito di essere presenti sul nostro territorio in modo significativo né, tanto meno, di limitare l’intervento sui progetti in Africa.
Il 2009 sarà un ulteriore banco di prova da affrontare con fiducia e determinazione!

Bilancio Preventivo 2008
Bilancio Consuntivo 2007

Relazione finanziaria 2007

Il bilancio consuntivo del 2007 conclude 10 anni di attività del Gruppo Solidarietà Africa, istituzionalizzato nel marzo 1998. Il 2007 ha visto un rinnovato impegno nel gruppo su progetti di cooperazione in Africa già consolidati sui pilastri storici di Afagnan in Togo e di Tanguiéta in Bénin, ma anche di Weme in Ghana e di Abidjan in Costa d’Avorio. A questi impegni si è aggiunto il progetto di cooperazione con l’Azienda Ospedaliera di Vimercate per la realizzazione di un dispensario alla periferia di Bamako in Mali. Il Italia le attività di formazione e di promozione della mondialità nelle scuole procedono in modo entusiasmante, grazie alla collaborazione di Dirigenti scolastici e insegnanti. Il lavoro fatto con i giovani delle Medie Superiori sta realizzandosi a pieno titolo con la missione di 15 di loro in Togo – Bénin durante il mese di agosto 2008.
Ben lontani dal voler presentare un Bilancio sociale, vorremmo che anche dalle aride cifre di bilancio fosse chiaro l’impegno del Gruppo sia sul versante cooperativo in Africa, sia su quello educativo e promozionale sul nostro territorio.
Da ultimo una semplice precisazione tecnica: la voce “Utile di esercizio” non sta ad indicare un guadagno che l’Associazione accantona, ma comprende i fondi raccolti con le numerose iniziative del periodo natalizio che vengono solitamente impegnate nei primi giorni dell’anno successivo, come in effetti è accaduto.

Bilancio Consuntivo 2006

Relazione finanziaria 2006

L’anno 2006 è stato caratterizzato da una sensibile diminuzione delle voci in entrata, soprattutto per quanto riguarda il finanziamento da parte di Enti e Associazioni. Si è infatti chiuso il progetto Esther con il relativo finanziamento da parte del Ministero della Salute. In lieve diminuzione anche i proventi da manifestazioni e da raccolta fondi. Costanti sono i contributi diretti sia sotto forma di bonifico bancario che versamenti su conto corrente postale. La campana del5 per mille potrebbe portare un contributo significativo che, speriamo, vada a bilancio per il 2007.
In compenso gli impegni che ci vengono richiesti sono sempre maggiori sia in termini economici che di risorse umane.Importante è l’impegno a Tanguiéta, soprattutto per la gestione del laboratorio di analisi e la formazione degli operatori tecnici che monitorizzano i malati con infezione da HIV e AIDS.
L’impegno personale di molti volontari e la frequente rinuncia ai “rimborso spese” compensa quelli che potrebbero essere deficit di bilancio più significativi.
La fiducia di tanti amici ci induce, comunque, ad un sano e ponderato ottimismo.

Bilancio Consuntivo 2005

Relazione finanziaria 2005

Un altro anno di intensa attività si è concluso con buoni risultati sia in termini di partecipazione di soci e amici alle varie iniziative, sia in termini di raccolta fondi che di investimenti su importanti progetti in Africa.
Sempre maggiore è la visibilità del gruppo grazie alla partecipazione a iniziative di formazione promesse da Università e da ONG di rilevanza nazionale; i contatti istituzionali, sia in Italia che nei Paesi partners sono sempre più produttivi, a vantaggio dei beneficiari e del consolidamento del gruppo.
Nuovi progetti sono stati sollecitati e condivisi con realtà africane che da anni conosciamo e con le quali collaboriamo: i limiti economici costringono a selezionare attentamente gli obiettivi su cui concentrare risorse finanziarie e professionali.
I contributi ottenuti dalle Amministrazioni comunali di Seregno e di Desio ci hanno garantito buone disponibilità per il finanziamento delle iniziative di sensibilizzazione e, soprattutto, per una sicura programmazione degli interventi in Africa.
Il coinvolgimento di un numero sempre maggiore di amici nelle diverse attività proposte ci permette di programmare iniziative e di sostenere progetti sempre più qualificanti e di sicuro beneficio per chi ha più bisogno.

Bilancio Consuntivo 2004
Bilancio Preventivo 2005

Relazione finanziaria 2004

Pur nella difficile situazione economica che condiziona una progressiva riduzione dei contributi ricevuti dall’Associazione, anche quest’anno siamo riusciti a tener fede alla maggior parte degli impegno assunti con i nostri partners africani.
Le attività di sensibilizzazione hanno ottenuto una buona visibilità e le iniziative di raccolta fondi hanno registrato una alta partecipazione di persone ma una sensibile riduzione delle entrate.
I contributi ottenuti da Enti pubblici hanno permesso di gestire senza eccessiva preoccupazione le manifestazioni culturali del programma “Africa vive” e di proseguire con relativa sicurezza l’attività sui programmi in Africa.
Le prospettive a breve termine non sono delle più favorevoli dal punto di vista economico, rimane il patrimonio indiscutibile di tante risorse umane in grado di sopperire, il più delle volte, alla limitatezza delle risorse economiche.

Bilancio Consuntivo 2003
Bilancio Preventivo 2004

Relazione finanziaria 2003

Per la prima volta dalla sua costituzione, il GSA presenta un bilancio che si chiude con un significativo disavanzo di gestione derivante, come previsto, dagli importanti impegni assunti sui progetti di gestione dei laboratori degli ospedali di Afagnan (Togo) e Tanguiéta (Bénin).
Promesse di impegno venute meno ci hanno costretto a coprire con risorse interne al gruppo alcuni costi importanti per l’acquisizione di apparecchiature in grado di assicurare un livello di elevata competitività scientifica per i due laboratori. Alternative non erano possibili se non a costo di indurre un effetto zavorra su tutto il resto dell’attività dei due importanti ospedali.
E’, così, rimasto spazio solo per il progetto all’ospedale di Weme in Ghana e per il progetto speciale in ricordo di Nico Fenili in Bénin, mentre sono slittati all’inizio del 2004 i finanziamenti per il progetto Watsa in Congo RD, per il progetto in Costa d’Avorio e per “Ragazzi di strada” in Camerun.
I fondi accantonati negli anni precedenti ci permettono una limitata esposizione che la Banca Popolare di Sondrio ci autorizza senza particolari difficoltà.
Al di là dei numeri, è però importante sottolineare la sempre maggior qualificazione del gruppo a livello formativo nei confronti del personale locale: medici, tecnici di laboratorio, agenti sanitari di villaggio sono formati dagli operatori del GSA. A ciò si aggiunge il consolidato riconoscimento da parte delle autorità di Togo e Bénin per quanto riguarda la competenza degli operatori e l’appropriatezza degli interventi.
Non solo tecnologia, non solo formazione professionale, ma un crescente coinvolgimento di amici e collaboratori che non fanno venir meno il loro supporto sono queste le vere garanzie di un gruppo che si ripropone come motore per la cultura della solidarietà e per la realizzazione di progetti sanitari di sicura efficacia.

Bilancio Consuntivo 2002
Bilancio Preventivo 2003

Relazione finanziaria 2002

Le difficoltà avvertite nell’ultimo periodo dell’anno precedente si sono evidenziate lungo il corso del 2002: sensibile la riduzione dei fondi messi a disposizione degli enti pubblici, diminuiti gli introiti in occasione di manifestazioni a fronte di un incremento di impegno economico e di risorse professionali da parte del gruppo per un ruolo sempre più educativo tra la nostra gente. Buona tenuta del flusso di fondi da parte degli amici che hanno consolidato la loro appartenenza e la condivisione di impegno.
Sono queste le conclusioni che si possono trarre dall’analisi delle cifre sotto elencate.
Il notevole avanzo di bilancio, legato a un modesto slittamento di importanti impegni sui progetti legati al problema AIDS, ci permetterà di contenere il disavanzo inevitabile per il 2003. Sono fondi accantonati per apparecchi di laboratorio già in funzione a Tanguiéta e ad Afagnan, il cui pagamento verrà effettuato all’inizio del nuovo anno. La stessa situazione si presenta per i progetti del Ghana per i quali non risultano finanziamenti nel 2002: difficoltà organizzative e nei trasporti hanno ritardato la data di avvio dei lavori per radiologia e laboratorio.
Qualificante è l’impegno per la lotta all’AIDS che ci ha visto a fianco dei Ministeri della Sanità di Togo e Benin come partner privilegiato; una scommessa è il progetto agroalimentare a Porga (Benin) destinato a coinvolgere la popolazione locale nella sfida alla malnutrizione e alla mortalità infantile.
La non brillante congiuntura economica del mondo dei ricchi non può far dimenticare chi vive con meno di un euro al giorno, e chi, senza quell’euro …

Bilancio Consuntivo 2001
Bilancio Preventivo 2002

Relazione finanziaria 2001

L’apertura di nuovi progetti in regione dove il GSA mette piede per la prima volta è il più evidente segno di consolidamento del gruppo. Camerun e Congo R.D. ci hanno visti impegnati, nell’anno appena trascorso, con progetti innovativi e di ampio impatto sociale. La solidità delle fonti di finanziamento ci permettono di affrontare questi nuovi impegni con fiducia e sufficiente garanzia. L’attenzione di Enti e di Associazioni si affianca all’impegno con cui molte persone sostengono il lavoro del GSA in Africa.
I progetti in corso risentono delle urgenze sanitarie caratteristiche di questi anni: AIDS, necessità di identificare farmaci a costi limitati anche ricorrendo alle tradizioni ricchissime dei popoli africani, recupero e reinserimento sociale di ragazzi e giovani in balia degli eventi dopo la morte dei genitori o l’abbandono da parte della famiglia. E’ questo il progetto “Ragazzi di strada”, messo in cantiere a fine anno e che vedrà un deciso impegno per il 2.002 in Camerun.
Nuovi impegni che richiedono nuove risorse in una situazione economica non facile per molte famiglie: quando, però, ci si trova in difficoltà è spesso più facile capire le esigenze di chi ha più bisogno!

I commenti sono chiusi